Valchiusella a cavallo come in un vernissage di Streito

Domenica, 09 Dicembre 2018 20:49

Trekking di due giorni alla scoperta della “Valle Obliqua” dei Romani

La natura offre in ogni periodo dell’anno con le sue stagioni immagini suggestive per chi ne sa apprezzare l’intensità e la bellezza. In una tiepida giornata d’autunno inoltrato, in sella al nostro fedele compagno d’avventure, ci imbattiamo in uno dei fenomeni più suggestivi ove la Terra si manifesta nel suo massimo splendore, il Foliage. Scegliamo il passo come andatura per addentrarci nei fitti boschi della Valchiusella di proposito, questo lento andar ci permette di godere appieno di questo emozionante fenomeno che vede alcune specie di alberi mutare il colore delle foglie in una vera e propria esplosione cromatica di giallo, arancione, rosso e marrone come spesso dipinto dall'artista locale Fernando Streito. Questa valle, detta anche la “Valle Obliqua” dei Romani che offre scenari unici, vanta una grande varietà di specie arboree che la rendono meta ideale per assistere al Foliage. Tra queste il Castagno, che colpisce per la sua chioma espansa e rotondeggiante ma anche per la sua imponenza e personalità, prezioso alleato di un tempo che con i suoi frutti ha sfamato intere generazioni di poveri e contadini.

Ad accompagnarci in questo suggestivo “viaggio dei colori” alla scoperta di angoli incontaminati della Valchiusella, Guido Scavarda, Accompagnatore della Fitetrec Ante, grande conoscitore di questo territorio e titolare dell’ Asd Cavalchiusella; un trekking della durata di due giorni con partenza da Pecco e arrivo attraversando boschi e borghi rurali, nella serata del primo giorno, al punto tappa in località Inverso di Vico ove ci accoglieranno la simpatia e la professionalità della famiglia del Trattoria l'Mulin, che dal 1982 propone il meglio della cucina tradizionale della Valle “come una volta” in grado di soddisfare anche i palati più esigenti con piatti gustosi e abbondanti tipici di questi luoghi e comode sistemazioni per la notte per amazzoni, cavalli e cavalieri. La mattina seguente percorreremo mulattiere e attraverseremo distese di castagneti scoprendo le antiche cascine testimonianza della vita rurale di un tempo, questa valle con i suoi dolci pendii e le vallate laterali sembra l’ideale anche per i turisti a cavallo che vogliono andare alla scoperta di insolite mete fuori porta. Nel primo pomeriggio dopo una sosta pranzo si farà ritorno alle scuderie percorrendo la piana di Trausella, comune con soli 135 abitanti che sorge ai piedi del Monte Bric.  

Per chi non l'avesse ancora visitata....in sella in Valchiusella!

Per INFO e programma dettagliato contattare:

Asd Cavalchiusella

Guido Scavarda Cell.+39 347 6653877  

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Posted by Romina Ripa Ufficio Stampa Fitetrec-Ante

Riproduzione Riservata