Giostra all'anello di Narni, un successo annunciato

Lunedì, 13 Maggio 2019 20:18

TRE terzieri, 51 edizioni all'attivo, 20 giorni di festa e 648 anni di storia tutto questo lo trovate a Narni nell'annuale appuntamento della Giostra all'Anello

Una 51a edizione all'insegna del maltempo ma che non ha scoraggiato organizzatori, partecipanti e pubblico che hanno visto sfilare i migliori binomi per questa rievocazione storica tra le più suggestive e spettacolari la Giostra all'Anello di Narni. 

Da quest’anno, grazie all’impegno dei due consiglieri federali Ernesto Fontetrosciani e Roberto Martusciello Cinquegrana, la Federazione Italiana Turismo Equestre e Trec Ante ha centrato un altro bersaglio diventando partner ufficiale tecnico della manifestazione offrendo un contributo significativo nella organizzazione dell’evento e nella supervisione della preparazione atletica di cavalli ed atleti partecipanti. Sempre più presente ed apprezzata su tutto il territorio nazionale, grazie anche all’interesse espresso dalla Regione Umbria e dalla Commissione Tecnica dell‘Ente Corsa all’Anello di Narni, la nostra Federazione entra ufficialmente in uno degli appuntamenti internazionali più prestigiosi legati alle quintane ed alle rievocazioni storiche a cavallo. 

La Corsa all’Anello di Narni è una delle più prestigiose rievocazioni storiche a livello europeo e pone l’accento proprio sull’importanza della storia che ha disegnato un passato ricco di vicende e opere meravigliose e che, oggi più che mai, si proietta al futuro con la Federazione Italiana.  Per la Regia dell’Evento si fregia della firma e della presentazione di Nico Belloni e vede partecipare nei vari momenti di avvicinamento alla corsa l’intera popolazione che si trasforma e ritorna all’epoca medievale. Il corteo storico è uno tra i più seguiti: sono circa un migliaio i figuranti che impreziosiscono la Corsa vera e propria. Come ogni anno a sfilare erano presenti anche personaggi conosciutissimi e note attrici, per questa edizione la “Madrina” della Corsa è stata l’attrice Olandese Sunna Neufleglise. 

La novità che ha riscosso molti apprezzamenti dai partecipanti e dagli organizzatori è stata l’inaugurazione del “Campo de li Giuochi”, allestito in pianta stabile secondo le direttive di Fontetrosciani dalla Commissione Tecnica dell’Evento diretta dai narnesi Filippo Miliacca e Giovanni Cipiccia coadiuvati per la realizzazione dal Dr.Gianmario Corsalini. La pista ove sono posti i due “porta anelli” è stata costruita in meno di un mese, il fondo è composto da sabbia silicea e la tutte le nuove normative in termini di sicurezza e di benessere degli animali e degli atleti che hanno potuto gareggiare nonostante la forte ed incessante pioggia senza alcun problema. 

Apprezzabile certamente l’alto grado di preparazione di cavalli e atleti giostranti impegnati nella corsa che hanno ricevuto in questa sede la patente federale agonistica superando l’esame brillantemente, è stata certamente una giornata da incorniciare per tecnica e performance atletiche dei binomi in uno scenario surreale ove tutti, terzienti e pubblico, bagnati dalla pioggia sono rimasti incollati al Campo de li giuochi. 

L’edizione 2019 della Corsa all’Anello di Narni è stata vinta dal terziere Fraporta con i cavalieri giostranti Mattia Zannori su OroYPlata, Gioele Bartolucci con ATinte Forti e Luca Paterni su Receptivo. La sfida ha visto i rosso blu conquistare il decimo anello d’argento con 225 punti, seguiti dai bianco neri del Terziere Mezule con 195 punti e dagli arancio viola del Terziere Santa Maria con 180. Il Premio di miglior cavaliere è stato consegnato dal Presidente del Comitato Regionale FITETREC-ANTE Umbria Roberto Bellini ed assegnato a Ernesto Wilmi Santirosi di Mezule che nella terza tornata ha portato a casa ben 90 punti (6 anelli). 

Arrivederci alla prossima edizione, e come vorrebbero i cittadini "andate a Narni da ospiti, non da turisti" !

 

Posted by Romina R. Ufficio Stampa Fitetrec-Ante

Photo Ernesto Fontetrosciani